Il Cairo è una delle città più grandi e importanti del mondo, una tappa obbligata se state programmando una vacanza in Egitto. Con un’area metropolitana di circa 16 milioni di abitanti, è l’undicesima città più popolosa del mondo.

Le più importanti meraviglie dell’Egitto dei Faraoni e le più preziose reliquie del passato musulmano del Paese coincidono nella capitale, quindi visitare il Cairo è un must per un’esperienza egiziana autentica e completa. Inoltre, essendo la capitale, da lì potrete organizzare la logistica per le altre destinazioni in Egitto.

Qual è la temperatura abituale al Cairo?

MediaGennaio.Febbraio.Mar.Apr.Maggio.Jun.Jul.Agosto.Settembre.Ottobre.Nov.Dicembre.
Massimo19 ºC21 ºC24 ºC29 ºC32 ºC35 ºC35 ºC35 ºC33 ºC30 ºC25 ºC21 ºC
Media15 ºC16 ºC18 ºC22 ºC26 ºC29 ºC29 ºC29 ºC25 ºC25 ºC20 ºC16 ºC
Minima10 ºC11 ºC13 ºC16 ºC19 ºC22 ºC24 ºC24 ºC23 ºC20 ºC15 ºC12 ºC

Aree e distretti

Come ci si può aspettare, una città con così tanti milioni di abitanti ha più zone e quartieri. Ma prima di farvi prendere dal panico e stressare con l’organizzazione del viaggio, vi daremo una panoramica dei principali quartieri della città e delle aree metropolitane che vale la pena visitare. Scoprirete che tutto è perfettamente gestibile durante la vostra visita al Cairo.

  • Heliopolis. Un quartiere commerciale e residenziale, con grandi aree commerciali e case del Cairo, dove è possibile fare acquisti e, allo stesso tempo, assaporare l’atmosfera locale. Si trova vicino all’aeroporto ed è la zona più ricca della città, con edifici molto moderni e negozi di lusso. Questa zona del Cairo è nota anche come Sun City e offre un gran numero di bar dove rilassarsi e bere un drink o cenare.
  • Zamalek. La zona più occidentale e più frequentata del Cairo, con i suoi famosi caffè, ristoranti e music bar. Dove l’alcol è disponibile in luoghi specificamente autorizzati alla vendita ai turisti.
  • Il quartiere islamico. Situato all’interno del centro storico Il Cairo e la parte più antica della città, che ospita i monumenti più importanti della città, le antiche moschee e il famoso bazar di Jan el-Jalili. Questa è l’area perfetta per il viaggiatore occidentale per immergersi nella vita locale del Cairo, nei suoi costumi religiosi, nelle sue credenze e nella sua cultura.
  • La città dei morti. È uno dei quartieri più poveri del Cairo ed è consigliabile andarci con un mezzo di trasporto, preferibilmente guidato da qualcuno che vive in città, perché può essere pericoloso, soprattutto se si cerca di scattare delle foto. Deve il suo nome all’antica necropoli che ospita e dove un tempo si stabilirono famiglie povere e senza tetto, che oggi vivono tra le tombe e le nicchie e contribuiscono a mantenere il cimitero in buone condizioni.
  • Giza. Pur essendo una città indipendente, la sua vicinanza al Cairo la rende una tappa obbligata quando si parla di aree all’interno della capitale egiziana. Poiché Giza ospita le famose tre piramidi e la Grande Sfinge, a 20 km a sud-ovest dal centro del Cairo, può essere considerata parte dell’area metropolitana della capitale egiziana e, senza dubbio, il luogo più essenziale da visitare in assoluto.
  • Quartiere copto. È la sede della comunità cristiana egiziana, con molte chiese e un museo con 16.000 pezzi di arte copta.

Cosa vedere al Cairo

  • Piramidi e Sfinge di Giza. Non hanno bisogno di molte presentazioni, ma è sempre bene ricordare che queste meraviglie, costruite intorno al 2500 a.C., si trovano a 20 chilometri dal Cairo, nell’area metropolitana di Giza. Le piramidi furono costruite per ospitare le tombe dei faraoni Cheope, Chefren e Micerino. C’è anche la famosa Sfinge, alta 20 metri, una delle icone più simboliche dell’Egitto. Potete arrivarci in taxi o in autobus se siete da soli. Se prenotate una visita guidata, verrete prelevati dall’hotel. In genere, le visite organizzate iniziano alle 8 del mattino.
  • Museo Egizio. Situato in Piazza Tahrir, il Grande Museo Egizio contiene la più grande collezione di antichi tesori egizi. Sebbene sia stata costruita nel 1902, solo nel 1922 divenne uno dei siti più visitati dell’Egitto in seguito all’arrivo della tomba di Tutankhamon e dei 3500 manufatti trovati al suo interno. Altri pezzi fondamentali del museo: la statua di Zoser e Akhenaton, la Triade di Micerino e la figura dello Scriba seduto.
  • Cittadella del Saladino. Un punto panoramico sulla città e un’antica fortezza di Saladino con grandi torri e mura, costruita nel 1176 per ordine di Saladino per difendere la città dai crociati. Ospita la Moschea al-Nasir (famosa per i suoi minareti decorati con piastrelle), il Palazzo Gawhara in stile ottomano e la Moschea di Muhammad Ali, popolarmente nota come Moschea di Alabastro. La Moschea Al Rifa’i, la Moschea di Alabastro, la Moschea Ibn Tulun e la Moschea del Sultano Hassan si trovano a pochi metri di distanza.
  • Jan el-Jalili. Il più grande e storico bazar del Cairo, dove la vita locale si mescola a quella dei turisti e dove si possono acquistare merci di ottima qualità. Fondata nel 1382 come luogo di sosta per le carovane di mercanti, è cresciuta fino a diventare un grande mercato.
  • Chiesa pensile. Situata nel quartiere copto, è una delle chiese più antiche dell’Egitto, costruita nel III secolo d.C. in cima a una delle torri della fortezza romana di Babilonia.
  • Moschea di Al-Azhar. Situato nel centro storico del Cairo, è stato costruito tra il 970 e il 972 e fin dall’inizio è stato un centro religioso e di studi islamici. Ha un suggestivo cortile in marmo bianco e una biblioteca che merita una visita.
  • Torre del Cairo. Nei giorni in cui non c’è nebbia e il cielo è limpido, si può ammirare la vastità del Cairo dalla cima di questa torre alta 186 metri, situata nel quartiere di Zamalek, sull’isola di Gezira.
  • Moschea di Ibn Tulun. La più antica moschea della città, la meglio conservata nella sua forma originale. Ibn Tulun Fu costruito tra l’876 e l’879 con mattoni di fango e si distingue per il numero di archi e cupole.
  • Porta di Bab Zuwayla. È una delle tre porte rimaste della città murata del Vecchio Cairo. Costruito tra l’XI e il XII secolo per proteggere il Cairo dagli attacchi, conserva ancora i due minareti che venivano utilizzati per visualizzare gli invasori.

Dove alloggiare al Cairo

In Egitto non ci sono vie di mezzo: gli hotel o sono ottimi o sono pessimi. Pertanto, un hotel a tre stelle al Cairo non è lo stesso di un hotel a tre stelle in qualsiasi paese occidentale e, se volete il comfort, vi consigliamo di scegliere un hotel a quattro stelle minimo.

In base alle visite essenziali da fare in città, questi sono i quartieri in cui consigliamo di soggiornare: Giza, Zamalek (soprattutto l’isola di Gezira), Garden City, il centro storico ed Heliopolis.

Come muoversi al Cairo

Per spostarsi al Cairo, è possibile scegliere tra taxi, autobus e metropolitana.

  • Taxi. Ne esistono due tipi. Quelli più economici, vecchi e in bianco e nero, senza aria condizionata o tassametro, quindi non dimenticate di concordare il prezzo prima di salire. E quelli gialli e bianchi, più moderni, con aria condizionata e tassametro. In entrambi i casi, è consuetudine lasciare una mancia pari al 10% del prezzo del biglietto. Non è possibile pagare con carte o banconote di grosso taglio, quindi assicuratevi di avere sempre con voi contanti e resto.
  • Autobus. Spesso non sono contrassegnati con il numero e la destinazione dell’autobus, sono sovraffollati e l’autista spesso non ferma il veicolo alla fermata, quindi dovrete salire sull’autobus mentre è in movimento. Ma se vi piace l’avventura e volete mescolarvi alla vita locale, è una buona opzione per spostarsi e la più economica: il biglietto costa 1 LE e si paga in contanti all’interno dell’autobus a un controllore.
  • Metro. Un buon servizio, con treni puliti e puntuali. Funziona dalle 05:30 all’01:00 con tre linee: L1 (rosso), L2 (blu), L3 (verde). La tariffa minima è di 3 LE ed equivale a un massimo di 9 stazioni, se si deve viaggiare di più il prezzo aumenta: fino a 16 stazioni 5 LE, più di 16 stazioni 7 LE. È l’opzione migliore per spostarsi rapidamente in città. Punti di interesse su ogni linea: L1 (Piazza Tahrir), Museo Egizio, Quartiere Copto; L2 (Eliopoli, Zamalek, Giza); L3 (Eliopoli, Quartiere Islamico).

Foto del Cairo

Altri articoli che potrebbero interessarvi...

Lúxor

Viaggiare a Luxor vi riporterà direttamente all’essenza dell’Egitto dei Faraoni, in quanto era una delle capitali dell’antico impero e vanta

Il Cairo

Il Cairo è una delle città più grandi e importanti del mondo, una tappa obbligata se state programmando una vacanza