La Grande Sfinge di Giza è senza dubbio, insieme alle piramidi, il simbolo più riconoscibile dell’Antico Egitto. E non è un caso che si trovi tutto nello stesso luogo, nella città di Giza, a 18 km dal Cairo.

La Grande Sfinge di Giza è una scultura imponente e iconica con una testa umana e il corpo di un leone, che per gli antichi egizi rappresentava l’unione di intelligenza e forza. Una figura riconoscibile da chiunque in qualsiasi parte del mondo. Straordinario emblema di una delle culture antiche più affascinanti della storia, è alto 20 metri e lungo oltre 70 metri.

Ha raggiunto la fama mondiale non solo per la sua imponente bellezza, ma anche perché rappresenta un mistero mai risolto. Gli archeologi sono ancora oggi in disaccordo sulla funzione che aveva al momento della costruzione, sulla data o sul periodo in cui fu scolpito e sulla sua provenienza.

I più concordano sul fatto che potrebbe essere stata creata intorno al 2.500 a.C. e come parte dei lavori per il complesso funerario del faraone Khafre, con lo scopo di essere il guardiano per proteggere la sua tomba. Questa conclusione è stata raggiunta dopo aver studiato il resto delle sfingi rinvenute nelle rovine archeologiche dell’antico Egitto: tutte hanno teste umane (alcune con copricapi reali) e corpi di leone e si trovano nelle porte di tombe e templi. E poiché l’aldilà era importante quanto, se non più, di quello terreno, i faraoni dovevano essere adeguatamente protetti da qualcosa che unisse forza e intelligenza: un essere mitologico con testa umana e corpo di leone.

Ma ci sono altre teorie che sostengono che la Grande Sfinge di Giza sia antecedente alle piramidi stesse e La sua costruzione risale al 7000 a.C. Questa versione si basa sul confronto dell’erosione delle piramidi rispetto alla Grande Sfinge, che in quest’ultimo caso è molto più pronunciata. Ma non c’è accordo scientifico nemmeno su questa ipotesi.

Tuttavia, questo non è un problema; al contrario, aggiungerà molto pepe alla vostra visita, in modo che anche voi possiate cercare di decifrare i misteri nascosti nella Grande Sfinge di Giza.

Curiosità sulla Grande Sfinge di Giza

  • Perché non ha il naso? È un altro dei misteri che non sono mai stati risolti. La roccia con cui è stata costruita la sfinge varia a seconda delle sue parti. Il corpo massiccio è costituito da calcare morbido giallastro e la testa da un calcare duro e grigio. La logica suggerisce quindi che il naso si sia conservato meglio, come il resto della testa della sfinge rispetto al corpo. Ma da oggi è scomparso. Alcune teorie attribuiscono a Napoleone la responsabilità della sua distruzione, ma questa ipotesi è stata smontata dopo la scoperta di disegni realizzati da un esploratore che l’aveva visitata molto prima della nascita del famoso imperatore francese, in cui la sfinge appariva già senza naso. Altre versioni raccontano di un leader musulmano del XV secolo di nome Muhammad Sa’im al-Dahr che, disgustato dalla vista di tante persone che adoravano la sfinge, ordinò di spaccarle il naso. Ma il mistero rimane irrisolto.
  • Era pieno di colori. Oggi la sfinge non conserva quasi più i colori vividi di un tempo e per vederli bisogna avvicinarsi molto (o avvicinarsi il più possibile all’interno del recinto). La perdita di colore è dovuta all’erosione del deserto. Si ritiene che il corpo e la testa fossero di colore rosso, mentre il copricapo con un indumento egiziano che copriva la testa era a strisce bianche e blu.
  • Perché la testa si conserva meglio del corpo? Perché la pietra utilizzata per realizzare la testa è molto più dura e resistente di quella utilizzata per l’intero corpo. Il deterioramento avrebbe potuto essere peggiore se non fosse che la sabbia in cui la sfinge è stata sepolta per secoli ha contribuito a proteggerla dall’erosione.
  • Mancano anche alcuni oggetti di scena. Alcuni studiosi ritengono che, oltre al naso, sia stata rimossa anche la barba cerimoniale faraonica, ma si pensa anche che sia stata un’aggiunta in un periodo successivo alla costruzione originale.
  • Ha una coda, anche se non si vede. Naturalmente, se la guardiamo di fronte, non la notiamo, ma se ci fermiamo a osservarla da uno dei suoi lati o da dietro, vedremo che la Grande Sfinge di Giza ha una grande coda di leone.
  • Perché è rivolto a est? È lì che sorge il sole la mattina dell’equinozio di primavera, un momento chiave del calendario degli antichi Egizi.

Come raggiungere la Grande Sfinge di Giza

La Grande Sfinge di Giza si trova sullo stesso altopiano delle piramidi, a 18 km dal sito. Il Cairo. Tutti i tour, i furgoni, gli autobus e i minibus, i taxi o le auto private partono dalla capitale egiziana. La cosa migliore da fare è noleggiare un tour che vi venga a prendere in hotel, che includa una visita guidata dei dintorni delle piramidi (una volta lì, potrete noleggiare qualsiasi extra desideriate) e che, al termine, vi riporti in hotel.

Orari

L’ingresso al sito di Giza è previsto dalle 7:00 alle 19:30.

Prezzi della visita

Ingresso al sito: 160 EGP per gli adulti, 80 EGP per gli studenti accreditati. È lo stesso biglietto d’ingresso alsito delle Piramidi di Giza  , non è necessario acquistare un altro biglietto.

Foto della Sfinge di Giza

Altri articoli che potrebbero interessarvi...

Moschea di Alabastro

La Moschea di Alabastro è così chiamata per il materiale con cui è stata costruita e che ricopre sia l’esterno

Moschea di Al Rifa’i

La Moschea Al Rifa’i è nota anche come Moschea Reale, poiché ospita le tombe di molti membri della famiglia reale.