Hatshepsut, unica figlia di Thutmose I e della sua moglie principale Ahmose, fu la seconda donna a essere incoronata faraone dell’Impero egizio. Ma non è stato facile per lei arrivare al potere e ha dovuto lottare duramente e imporre il suo carattere duro per essere incoronata regina. Quando ci riuscì, decise di erigere questo tempio unico e affascinante in onore di Amun-Ra e di se stessa.

La storia

Il Tempio di Hatshepsut è scavato nelle rocce calcaree sopra il deserto nella valle di Deir el-Bahari. Vederlo da lontano è un’immagine unica e suggestiva che non dimenticherete mai.

Il progetto del tempio è opera dell’architetto Sennenmut, che molti storici collocano come amante segreto di questo faraone che regnò a lungo sull’Egitto e che vinse molte importanti battaglie su vari fronti. Si pensa che sia stato costruito tra il VII e il XXI anno di regno, con una parte scavata nella roccia e l’altra nel settore esterno diviso da tre terrazze.

Le colonne del tempio sono molto varie, ma le più curiose sono quelle che sostengono la sala dedicata a Hathor, con un capitello con la testa scolpita di questa dea, il cui soffitto è scomparso. Altre colonne degne di nota sono quelle della terza terrazza, la maggior parte delle quali reca scolpita la figura di Osiride.

Sulla seconda terrazza si trova la Cappella di Anubi, decorata con un gran numero di dipinti con offerte agli dei, che conservano ancora i loro colori originali, rendendola la stanza più impressionante all’interno del tempio.

Il santuario del tempio è una piccola stanza che dà accesso a due salette dedicate alle offerte e agli oggetti di culto e dove spiccano le immagini della regina Hatshepsut e di Thutmose III.

Il Tempio di Hatshepsut cadde nell’oblio dopo le successive invasioni delle terre egizie. Alla fine del XVIII secolo, i resti di questo tempio furono avvistati da una spedizione di conquista guidata dallo stesso Napoleone Bonaparte, dando inizio all’interesse per questo monumento archeologico, che iniziò ad essere studiato nel XIX secolo dall’archeologo Auguste Mariette e che, dopo molti scavi e ricerche, è stata ricostruita in modo da essere oggi una delle gemme turistiche più preziose del Paese.

Curiosità sul Tempio di Hatshepsut:

  • Hatshepsut ha cancellato dal proprio tempio. Nonostante si tratti di un tempio dedicato al popolare faraone, sono pochissimi i resti di sculture, colonne o altre opere riguardanti Hatshepsut. Il motivo? Dopo la sua morte, il fratello Thutmose III, adirato per il fatto che la sorella gli avesse sottratto il trono 20 anni prima, ordinò di distruggere ogni traccia di Hatshepsut e di collocarvi le statue a lui dedicate.
  • Dal tempio al monastero. Con l’arrivo dei primi cristiani in Egitto, questo tempio fu trasformato in un monastero, causando alcuni danni all’interno.
  • Terrazze con animali e vegetazione. Ai tempi dei faraoni, le terrazze erano spesso decorate con una vegetazione molto varia e una varietà di animali esotici si aggiravano sulle terrazze. Inoltre, c’erano piccole piscine e alberi provenienti da Paesi lontani.

Come raggiungere il Tempio di Hatshepsut

Per visitare il Tempio di Hatshepsut, recatevi nella regione delle scogliere di Deir el-Bahari, sulla riva occidentale del fiume Nilo, in quella che era l’antica città di Tebe. Ci sono molte possibilità di visitare questo tempio, ma di solito fa parte del pacchetto turistico della Valle dei Re, che è abbastanza vicino.

Un’opzione è quella di fare il tour in autobus con l’intero pacchetto e l’altra è quella di acquistarlo come parte del pacchetto della crociera sul Nilo, dato che di solito è un’altra tappa inclusa in questo tipo di tour.

Se soggiornate a Luxor e volete recarvi al Tempio di Hatshepsut per conto vostro, potete farlo in taxi, poiché dista 5,4 km dal centro della città.

Orari

Il Tempio di Hatshepsut è aperto tutti i giorni dalle 6 alle 17 e la visita dura circa 1 ora. Si consiglia di visitarla al mattino presto o nel tardo pomeriggio a causa del caldo intenso, ma questo dipenderà da come si concilia con le altre visite incluse nel tour prenotato.

L’opzione migliore per visitare questo sito è con un servizio di guida e all’interno del pacchetto della Valle dei Re. Inoltre, bisogna tenere presente che ci sono molte scale da salire per la visita, per cui le persone con mobilità ridotta, handicap fisici o problemi di mobilità troveranno impossibile arrivarci.

Prezzi della visita

Se lo fate con una visita guidata, il prezzo sarà incluso nel pacchetto e dipenderà da ciò che vi offre il tour operator. Per darvi un’idea approssimativa quando richiedete un preventivo, ecco i prezzi ufficiali dell’ingresso al Tempio di Hatshepsut: adulti 100 EGP, studenti 50 EGP.

Foto del Tempio di Hatshepsut

Altri articoli che potrebbero interessarvi...

Tempio di Karnak

Il Tempio di Karnak è il più imponente di tutti i templi egiziani sopravvissuti agli anni dell’Antico Impero. La storia

Tempio di Hatshepsut

Hatshepsut, unica figlia di Thutmose I e della sua moglie principale Ahmose, fu la seconda donna a essere incoronata faraone